La realtà della comunità Trans dell'Ecuador con Odalys Cayambe

La realtà della comunità Trans dell'Ecuador con Odalys Cayambe

Interviste Attivisti


Ancora un’intervista esclusiva, in questo spazio sicuro che da sempre proponiamo e che concediamo con grande onore e orgoglio per esaltare una comunità che, come ogni persona, gode dei Diritti Umani.

In questa puntata vi riportiamo quali sono le realtà, i progressi e le barriere che la comunità delle donne trans in Ecuador sta vivendo, per mano di Odalys Cayambe, una nota, coraggiosa e prominente attivista di quel paese dell’America Latina.

Vi invitiamo a guardare questa intervista e commentare con le vostre opinioni su questa realtà.

Inoltre vi invitiamo a seguici e condividere attraverso i social e le nostre piattaforme. Buona visione!

SPAGNOLO
Realidades de la comunidad Trans del Ecuador, con Odalys Cayambe.

Una entrevista en exclusiva de nuevo con este espacio seguro que siempre proponemos y que otorgamos con gran honor y orgullo para exaltar una comunidad que como cualquier persona goza de Derechos Humanos.

En esta entrega llevamos a ustedes lo que son las realidades, progresos y barreras que vive la comunidad de mujeres trans de Ecuador, de la mano de Odalys Cayambe, conocida, aguerrida y destacada activista de ese país latinoamericano.

Les invitamos a ver esta entrevista y comentar sus opiniones sobre esta realidad.

Siguenos y compartela através de las redes sociales Facebook, Instragram, Youtube e ISSUU como Il Piccole Magazine, y para mas información te invitamos a visitar www.ilpiccolemagazine.tv y www.ilpiccolemagazine.it

Guarda tutte le interviste agli attivisti qui!

Segui i nostri hashtag:
#odalyscayambe #odalys #cayambe #ecuador #attivista #attivistalgbt #ecuadorlgbt #seratalgbt #eventolgbt #seratelgbt #eventilgbt #drag #dragqueen #trans #transex #transformista #transformisti #piccole #magazine #piccolemagazine #piccoletrasgressioni #makeup #intervista #intervistadrag #dragrace #dragitalia #spettacolo #coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort #incontritransexsexystar #videohot #moviehot


Videointervista a Bianca Vidal Bustos - Red FemiTransLac

Videointervista a Bianca Vidal Bustos - Red FemiTransLac

Interviste Attivisti


FemiTransLac, una rete che si estende in gran parte del mondo, partendo dai paesi dell’America Latina, estendendosi al Centro America e i Caraibi. Oggi vi arriva in esclusiva attraverso questa intervista de Il Piccole Magazine alla coordinatrice Bianca Vidal Bustos, grazie alla quale possiamo imparare qualcosa sulla visione e la missione di questa rete , oltre ad aspetti importanti che consentono di denotare questo grande problema che deve affrontare la popolazione transmigrante, in particolare le donne trans.


Campagna fare bene fa bene

Interviste Attivisti


“Fare il bene fa bene”, una campagna per aiutarci nella vita.

Con il nome di “Fare del bene fa del bene”, inizia un capitolo nella storia di una bella campagna il cui obiettivo principale è l’unione di tutte le persone per aiutarsi a vicenda, soprattutto nella comunità trans che vive in Italia, Brasile e che può diffondersi in qualsiasi parte del mondo.


ARRECIFE ARTE TRANS: tendenza nell'infanzia trans messicana

ARRECIFE ARTE TRANS: tendenza nell'infanzia trans messicana

Interviste Attivisti


Una rivista che significa molto per tante persone, in particolare per la comunità transgender del Messico, uno spazio sicuro dove esprimersi liberamente ed esporre la creatività unita all’arte nelle sue diverse forme.

Poesie, Pittura e aggiornamenti informativi, Arrecife Arte Trans è un mezzo di comunicazione che continua a raggiungere sempre più case, soprattutto quelle dove ci sono infanzie trans. Una possibilità di esprimere e liberare le proprie idee creative e costruttive, in cui presentare sempre un’arte carica di esperienze e messaggi positivi alla società.

In ogni edizione di Arrecife Arte Trans si apre uno spazio alla partecipazione attiva e alla visibilità dei nuovi talenti.

In questa intervista condotta da Daniel Jerez de Il Piccole Magazine possiamo conoscere un po’ di più le esperienze e l’arte che si esprimono in questa importante rivista messicana che oggi ha superato i confini geografici.

Vediamo insieme questa intervista agli artisti di Arrecife Arte Trans.

Guarda tutte le interviste agli attivisti qui!

SPAGNOLO

ARRECIFE ARTE TRANS, ‘Marcando tendencia en las infancias trans de Mèxico’

Una revista que significa para muchas personas, especialmente para la comunidad trangénero de México, un espacio seguro donde poder expresarse de manera libre y exponer la creatividad combinada con el arte en sus distintas formas.

Desde Poemas, Pintura, y actualización en información Arrecife Arte Trans es un medio de comunicación que sigue llegando cada vez a mas hogares, especialmente aquellos donde existen infancias trans, con el fin de poderles otorgar la oportunidad de dar rienda suelta a sus ideas creativas y constructivas donde se expresa un arte cargado de vivencias y mensajes positivios a la sociedad.

En cada edición de Arrecife Arte Trans se abre un espacio a la participación activa y a la visibilización de nuevos talentos.

En esta entrevista conducida por Daniel Jerez, de Piccole Magazine Italia, podemos conocer un poco mas de las vivencias y del arte que viene expresado en esta importante revista mexicana que al día de hoy ha llegado mas allá de las fronteras geográficas.

Veámos esta entrevista con les artistes de Arrecife Arte Trans.

Segui i nostri hashtag:
#arrecifeartetrans #arrecifartetrans2021 #arrecifeartetrans2022 #rivistalgbt #messico #mexico #seratalgbt #eventolgbt #seratelgbt #eventilgbt #drag #dragqueen #trans #transex #transformista #transformisti #piccole #magazine #piccolemagazine #piccoletrasgressioni #makeup #intervista #videointervista #intervistadrag #dragrace #dragitalia #spettacolo #coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort #incontritransexsexystar #videohot #moviehot #coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort


Video intervista a Paolo Valerio, Maestro dell'arte ecologica e sostenibile

Video intervista a Paolo Valerio, Maestro dell'arte ecologica e sostenibile

Interviste Attivisti


Quando parliamo dell’arte di solito pensiamo soltanto a quella forma di espressione che racconta una storia e trasmette un messaggio attraverso un dipinto, un quadro, una fotografia, una poesia…Ma per Paolo Valerio, noto personaggio della comunità italiana e internazionale, psicologo, attivista ed esperto LGBT+, l’arte viene prodotta anche per sollecitare e creare una coscienza nelle persone e ripulire dall’inquinamento gli spazi in tutto il mondo.

Basta solo guardare alcune delle sue opere d’arte per identificare in modo chiaro il messaggio: ‘Attenti, la plastica ci invade’.

È questo l’appello che vuole inviare il Professore Paolo Valerio, che riunisce appunto tante delle sue opere d’arte create esclusivamente con degli elementi che inquinavano l’ambiente in cui abitiamo noi e che stiamo distruggendo con le nostre mani.

Come ben racconta Paolo, “basta fare una passeggiata di circa 1 ora su una spiagga per trovare tante cose inquinanti. Non ci rendiamo conto come siamo messi a livello d’inquinamento ambientale’.

Per Paolo Valerio, raccogliere questi elementi nelle spiagge italiane e quelle che ha visitato a livello internazionale, significa portare un messaggio di esempio per sensibilizzare le persone su questo importante tema che bisogna prendere seriamente in considerazione.

Viste le sue opere esposte qualche giorno fa, soprattutto quella nominata ‘Naturaleza Muerta Cubana’, siamo orgogliosi di nominare Paolo Valerio il Maestro dell’arte eco-sostenibile. Sicuri che questo titolo rispecchi l’obiettivo del suo progetto, ossia quello di presentare al mondo un messaggio legato alla conservazione del unico mondo in cui abitiamo, vogliamo congratularci per gli obiettivi raggiunti fino ad ora e le bellissime opere nate da questo.

Ecco allora l’intervista in cui ci spiega meglio alcuni dettagli!!!

Visitate i nostri portali e seguiteci sui nostri social e non perderti le interviste agli altri artisti!

Segui i nostri hashtag:
#paolovalerio #piccole #magazine #piccolemagazine #piccoletrasgressioni #coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort #incontritransexsexystar #videohot #moviehot #coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort


Attivista Safira Bengell

Video Intervista a Safira Bengell

Interviste Attivisti


SAFIRA BENGELL, ’45 anni di lotta per i diritti di tutti’.

Una donna transgender che ad oggi rappresenta una colonna nella lotta per i diritti della comunità LGBT, ma non solo, Safira Bengell, oggi si definisce come una lottatrice per i diritti umani di tutti.
 
E’ così che quando abitava in Italia, Safira Bengell è stata una di quelle persone che hanno avuto il coraggio e la grinta di non arrendersi davanti alle situazioni. Durante gli anni 80, in una società che non conosceva ancora e non accettava le donne transgender, lei è riuscita ad aprirsi le porte e andare avanti, confrontando ognuna della situazione che potevano farla mollare, ma non è stato così, ha continuato, e piano piano, ha potuto conquistare diversi scenari per aprire le porte alla comunità che oggi può vivere un poì più apertamente e godere dei loro diritti.
 
In questa intervista, non riusciamo ad approfondire ciò che significano 45 anni di lotta, di arte, di amore al pubblico, di lavoro per creare una società che possa vedere garantiti i suoi diritti umani, e che possa vivere più tranquilla e costruire tant’altro per le future generazioni.
 
45 anni di vita non possono entrare in una intervista di 20 minuti, ma possono rendere visibile il volto di chi gli vive, di chi con orgoglio è ancora una figura icona della comunità brasiliana, un esempio di vita che merita di essere seguito.
 
In Piccole Magazine, insieme allo staff del programma Arteculando che va in onda ogni sabato in Brasile, Safira Bengell e Daniel Jerez parlano di come la società non deve attendere solo per i cambiamenti, ma anche fare il suo ruolo per costruire ed alimentare il rispetto alla dignità, il diritto a vivere e vivere in libertà.
 
Scopriamo insieme il significato di una vita di lotta per i diritti umani, con Safira Bengell in questa intervista della mano di Daniel Jerez per Il Piccole Magazine.

Visitate i nostri portali www.ilpiccolemagazine.tv, www.ilpiccolemagazine.it, e seguiteci su i nostri social Facebook, Instagram, Youtube e la nostra edicola ISSUU per aggiornarti delle notizie e scoprire le copertine riservate per te.


Video intervista ad Anita Garibalde: celebriamo la giornata della Memoria Trans a Trieste!

Video intervista ad Anita Garibalde: celebriamo la giornata della Memoria Trans a Trieste!

Interviste Attivisti


Consapevoli dell’importanza della giornata di domani, 20 novembre, in cui si celebra la giornata mondiale della Memoria trans (TDoR), vogliamo condividere questo invito del Comitato dei diritti civili delle prostitute da Trieste. Sarà proprio questa città la sede di un evento di grande importanza nella comunità Trans italiana e mondiale, scopriamo alcuni dettagli insieme.

In questa intervista con Anita Garibalde che in parteciperà all’evento insieme a tantissimi attivisti, cerchiamo di trasmettervi l’importanza di questa giornata che in tutto il mondo commemora la rimembranza storica della comunità transgender.

A Trieste, negli spazi della Casa Rossa, domani, Sabato 20 Novembre 2021, dalle ore 18:00 inizieranno gli eventi. Tantissimi gli appuntamenti e le associazioni che parteciperanno, raccontando in tanti modi le storie di vita reale. Si potrà assistere a stupende opere di teatro che parlando della realtà, i crimini di odio, discriminazioni e altri flagelli che hanno colpito la vita di tante persone trans nel mondo.

L’ingresso è sempre libero nel totale rispetto delle misure anti-covid. Inoltre sarà possibile partecipare tramite la piattaforma Zoom, per questo vi invitiamo a scrivere alla email: sportellotrans.trieste@gmail.com, oppure contattare il numero: 328 0072110 per maggiore informazione.

Per concludere e nell’invitarvi a vedere questa nuova video intervista, vogliamo sottolineare l’importanza di ricordare sempre da dove veniamo, dove siamo e dove vogliamo andare…e che il Piccole Magazine è sempre al vostro fianco!

Guarda le video interviste agli attivisti qui!

#tdor #memoriatrans #rimembranze #lgbt #lgtqi #piccolemagazine
#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort


Video intervista speciale: grazie Daniel Jerez!

Video intervista speciale: grazie Daniel Jerez!

Interviste Attivisti


Una rappresentazione a livello nazionale e internazionale che giorno dopo giorno, anno dopo anno, ci permette di essere sempre presenti al vostro fianco: questo è il nostro obiettivo! Ed è per questo che ci impegniamo e andando avanti, condividendo tante notizie e aggiornamenti che ad oggi ci hanno fatto meritare tanti riconoscimenti internazionali.

Piccole Magazine significa per tantissime persone, uno spazio sicuro, una porta aperta, una forte voce per illuminare la strada che tante persone credevano persa.

Con questa intervista tra colleghi, siamo lieti di annunciarvi che siamo stati riconosciuti da associazioni e organizzazioni internazionali come portavoce capace di trasmettere messaggi di cambiamento, informazione obiettiva e valida, e soprattutto dove la comunità LGBT+ è la protagonista.

Come avrete potuto vedere nelle scorse video interviste e articoli pubblicati fino ad ora, abbiamo raggiunto il Messico, la Spagna, il LatinoAmerica e molti altri Paesi. E anche in questi, Il Piccole Magazine è stato capace di diventare il portale per eccellenza dando vita a grandi progetti, grazie agli attivisti, alle associazioni, le varie organizzazioni e i tanti personaggi del mondo dello spettacolo, della lotta per i diritti umani, e tanto altro.

Il nostro team formidabile oltre alla professionalità, condivide la passione per la verità e la realtà. Come abbiamo sempre cercato di trasmettere, vogliamo sottolineare l’importanza di creare una società in cui l’uguaglianza, la tolleranza e la lotta per i diritti umani sono il motore che ci porta sempre avanti con grinta e coraggio.

Non solo Piccole Magazine è stato capace di fornire un amplio contenuto informativo, d’intrattenimento, di moda e spettacoli, ma anche di attivismo, di esempio per questa e per le nuove generazioni. Queste ultime, grazie alla fiducia che hanno dimostrato in noi, hanno dato vita a grandi talenti di fama mondiale, come Adelina Roberts e Veso Golden, due ragazze trans che ci hanno confidato la loro storia e che ad oggi hanno girato un film che racconta la loto vita, ora divenuto uno dei film più premiati del mondo LGBT+.

Siamo realmente lieti, orgogliosi,… ‘è la seconda volta in poco tempo che la comunità ci dimostra quanto amano ciò che facciamo e il nostro modo particolare di farlo. È la seconda volta che siamo parte di documentari che parlano di noi…questo non capita spesso…comunque sono tante le cose e i progetti internazionali su cui stiamo lavorando e siamo felici di poterli presto condividere con il nostro pubblico”…ha detto Daniel Jerez in questa intervista.

Ogni volta che nasce un nuovo evento, una nuova iniziativa, una nuova collaborazione, non importa la sua grandezza, per noi importa il modo in cui noi possiamo aiutare per realizzarlo. “Noi siamo Il Piccole magazine, i grandi siete voi”….

Nel ringraziarvi, cogliamo l’occasione per invitarvi a continuare a seguirci sui nostri portali e sui social per seguire i prossimi progetti e le future premiazioni a cui siamo stati nominati e a cui parteciperemo.

Vogliamo concludere con una frase che riassume la vita di tante persone che abbiamo conosciuto e sono cresciute con noi: “Oggi, una intervista, domani un film, tra poco una star”…credete sempre nei vostri sogni, noi siamo al vostro fianco!

Grazie!!!!!!

Guarda le interviste agli attivisti qui!

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort


Video intervista ad Angelo Antonio Citro dell'Associazione Apple Pie - Rivoluzione Familiare: Una campagna per l'Adozione

Video intervista ad Angelo Antonio Citro dell'Associazione Apple Pie - Rivoluzione Familiare: Una campagna per l'Adozione

Interviste Attivisti


Il mondo va avanti, l’umanità è in continua evoluzione e cambiamento, e tutto insieme di situazioni ci porta a vivere e sperimentare visioni e nuovi pensieri per migliorare sia noi stessi che il mondo intero.

Quando parliamo di Rivoluzione, il cervello riporta un concetto di cambiamento in diversi ambiti, ad esempio a livello sociale, economico e politico. In quest’ultimo caso si parla anche di un cambiamento delle norme e delle abitudini impresse nella storia dell’umanità.

In questa intervista, Angelo Antonio Citro, membro dell’Associazione Apple Pie, ci parla di una bellissima campagna che stanno portando avanti. Questa ha come obiettivo quello di dare l’opportunità di esprimere l’amore per i bambini e la voglia di costruire una società con più senso di uguaglianza e con più opportunità per coloro che non hanno mai avuto una famiglia, a quelli anche che sono stati abbandonati dalle loro famiglie, a chi dopo la nascita è cresciuto in un orfanotrofio e tante altre situazioni. Parliamo quindi di bambini, che sono soggetti con gli stessi diritti degli adulti, di essere felici, di avere una famiglia e poter sperimentare l’amore umano che gli permetta di crescere e continuare a costruire delle basi per i cambi positivi di cui il mondo ha bisogno.

Rivoluzione Familiare porta con se un messaggio di potere, di conoscenza e di diritto. In questa intervista verranno sottolineanti e si faranno dei chiarimenti su questo argomento, l’adozione insomma, che ancora in Italia è visto come un diritto solo alle coppie eterosessuali che vogliono formare una famiglia. Questa campagna però dimostra che assolutamente tutte le persone, senza distinzione di razza, identità di genere, coppie e single, e specialmente la comunità LGBT+ godono degli stessi diritti e possibilità di partecipare al processo dell’adozione.

Se volete conoscere più dettagli su questo importante argomento e volete sapere cosa fare per partecipare alla campagna Rivoluzione Familiare, vi invitiamo a guardare questa intervista e visitare i nostri portali e social.

Guarda le interviste agli attivista qui!

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort


REGINA SATARIANO: ‘I diritti sono diritti e non si possono negare’

REGINA SATARIANO: 'I diritti sono diritti e non si possono negare'

Interviste Attivisti


Ecco le parole di Regina Satariano, nota attivista che da tanti anni è una colonna importante della comunità LGBTQI+, specialmente della comunità transgender. L’abbiamo sempre vista in prima linea insieme a chi lotta con tanto coraggio, determinazione e grinta per la difesa e rispetto dei diritti umani.

E parlando dei diritti, Regina ci racconta che il DDL ZAN è stato sepolto e praticamente senza possibilità di essere ripreso in discussione dopo che il Senato ha detto di “NO” a questo decreto. Questo, ancora oggi viene considerato come una soluzione al problema crescente di discriminazione, diversi tipi di violenza, crimini di odio e soprattutto educazione alla società e alle nuove generazioni. Queste, come tutti, hanno il diritto di sentirsi sicuri in un Paese che dice sempre di voler proteggere tutti ma che con i fatti dimostra il contrario.

Il DDL ZAN è stato fermato, e con questa decisione si è fermata anche la visione del futuro del progresso dei diritti per raggiungere una libertà piena consacrata come ideale costituzionale. Un’ideale che ad oggi non viene preso in considerazione, visto per chi fa le leggi considera il tutto meno importante.

Non solo Regina Satariano si contrappone a questa decisione ma ci sono tante associazioni, enti pubblici e privati che hanno già iniziato a realizzare delle campagne d’incidenza pubblica per chiedere agli enti pertinenti il rispetto ai diritti che il DDL ZAN proponeva. Alla base di questo tanto chiacchierato disegno di legge c’erano basi studiate, analizzate e confermate come importanti per una società più sana e in equilibrio. Non mancavano poi la sicurezza giuridica, la sicurezza dei cittadini, tenendo conto della giustizia e l’educazione come prevalenza per una società con degli individui sani che possano contribuire al progresso sociale, politico, economico e umano.

Come ben racconta Regina: “Questo è un passo indietro al riconoscimento dei diritti. Dobbiamo ricordare che i diritti fanno parte di noi e non vanno negoziati…e nemmeno possono essere negati”… “Questo è evidente che darà passo a una serie di manifestazioni e azioni che intraprenderemo in congiunto con la società organizzata. Chiederemo la correzione di tale decisione che ci mette ancora di più in condizioni di violenza. Questo significa aprire la porta a dei pregiudizi che usano queste come scuse per continuare con i flagelli dell’ignoranza, violenza, discriminazione, esclusione e tanti altri aspetti che la negazione di questa legge fa capire come se fossero meno importanti”…

“Dire ad oggi il DDL ZAN è morto è realmente preoccupante. Questo dimostra l’incapacità di decidere per un futuro di uguaglianza, per uno stato di diritto. È una negazione alla tutela personale e giuridica alla quale come cittadini e anche immigranti abbiamo pieno diritto”.

“Questa è proprio una legge progressista” continua poi. “È stata proposta per combattere tanti casi di crimini di odio che si basano in un eteronormalismo che ad oggi dimostra la carenza delle basi di rispetto alla libertà personale. Purtroppo questi casi ogni giorno vanno in crescita con un incremento delle statistiche di casi per crimini di odio nelle istanze giudiziarie del Paese…Sembra che sia più fattibile alimentare l’odio che cercare una soluzione definitiva, sensata e positiva per tutti…Uno sbaglio totale, un vero e proprio errore…”

Oggi, l’Italia rimane senza una legge contro l’omofobia, la transfobia e la discriminazione. Questo non è per niente giusto per gli individui che sono stati e continueranno ad essere vittime delle decisioni totalmente sbagliate di un gruppo di persone che non accettano il progresso della libertà dell’essere umano.

Condividiamo con voi queste parole che raccolgono tanti commenti e tanta insoddisfazione, ma anche grinta e più coraggio per continuare la lotta.

Guarda le interviste agli attivista qui!

#coronavirus #iorestoacasaenonricevo #iorestoacasa #iostoacasa #trans #transex #iorestoincasa #incontriamociinsicurezza #webcam #diarioescort